Informazioni personali

La mia foto
Firenze, Italy
Silvia Conticini Sono un Personal Chef con la passione per l'arte bianca e in particolare per la pasticceria. Prediligo una cucina semplice legata alla tradizione e al mio territorio,realizzata con prodotti freschi e stagionali.

lunedì 16 gennaio 2012

La torta di mele

La soffitta non è vuota, ho liberato solo un angolo  ...ora mancano all'appello i due scatoloni e... il forziere con il suo tesoro che ho portato con me, di questo passo ci vorranno anni... 
Sono seduta sul divano giallo nel mio salotto e guardo il libro  tra le mie mani.
Nelle prime ore del pomeriggio Tessa percorre il viottolo tra i campi e arriva alla  piccola casa a l’ombra della grande quercia con la porta dipinta di rosso ciliegia. 
la casa di Francesca
Qui vive Francesca con il babbo la mamma e Virgola un gatto dal pelo rosso  con la coda nera, sta dormendo in cucina acciambellato su una sedia accanto alla stufa a legna.   
 Francesca
Tessa bussa, la porta si apre.
Sono la principessa  questo è il mio castello, esclama Francesca con tono solenne andandole incontro,  seguita da una coperta a quadri appoggiata su le spalle  che va strascicando sul pavimento di cucina, ha in testa un gran fiocco arancio.
Voglio una torta, una gran torta, anzi un enorme torta. soffice e ricoperta di panna montata.
Eccola principessa la sua torta preferita, dice Tessa porgendoli le sue mani vuote.
Ho cambiato idea voglio una torta di mele dolce e profumata, ma detto questo Francesca molla la coperta, corre ad aprire un cassetto e prende il quaderno di ricette della mamma poi le ordina:
te prendi la ciotola bianca io prendo gli ingredienti. 
Tessa ovviamente ubbidisce senza obiettare, perché quel gioco le piace molto, molto di più.
Ho visto la  mamma prepararla molte volte, è facile.
Francesca sembra una trottola gira su se stessa si sposta da una parte a l'altra della cucina aprendo e chiudendo sportelli.
Le mele non le trovo, poco importa la facciamo senza.
Versa nella ciotola 14 cucchiai di farina poi prosegue e mette gli altri ingredienti: 7 di  latte, 7 di  olio, 3 uova…ora prende  lo zucchero 1, 2, 3, cucchiai...ed è finito...uno più uno meno...3 o 7 fa lo stesso. 
Mette il lievito, …quale sarà la cannella e la vaniglia? 
Ci sono tanti piccoli contenitori sulla mensola, e dopo averli aperti e annusati tutti,  rimane il dubbio quale sarà la cannella e la vaniglia? quindi decidono di mettere un piccolo pizzico di ognuno, così sarà più buona e saporita si dicono. 
Mescolano l'impasto con cura e versano tutto nello stampo imburrato e infarinato.
Finalmente la torta è nel forno, restano accucciate davanti al piccolo vetro della stufa a legna,  guardando il dolce mentre si gonfia e si indora con l'acquolina in bocca, in attesa.  
La porta rossa si apre ed entra la mamma di Francesca
Che fate?
Abbiamo fatto uno splendido dolce, è in forno, è quasi cotto. 
Pochi istanti dopo la mamma prende i guanti  lo estrae dal forno e lo mette sul davanzale della finestra, è una giornata gelida, si raffredderà in fretta.
Che profumo... che ci avete messo? 
Abbiamo fatto la tua ricetta, la torta di mele, ma... non ho trovato le mele e... lo zucchero è finito e  abbiamo messo un pizzico di questo e... questo e... questo  indicando i piccoli contenitori ancora sul tavolo infarinato…e poi ci siamo dimenticate la scorza e il succo di limone. 
Mentre aspettate...ripulite la tavola e mettete tutto a posto.
Poco dopo la mamma prende il dolce  taglia due grosse fette, e sorridendo le dà una a ciascuna
Francesca e Tessa la addentano...  orribile! tremendo! dice l'altra.
Virgola è balzata a terra si avvicina alle briciole cadute e sparpagliate sul pavimento le annusa e  si allontana. 
 Sussurrano deluse con le labbra imbronciate e gli occhi tristi:
non è buona non è come la tua torta di mele.
Poteva venire uguale? No
Volete riprovarci, volete fare la torta di mele...con le mele...? 
Siiii!!! rispondono insieme. 
Bene! seguitemi... leggete con attenzione la ricetta...



torta di mele
Torta di mele


Ingredienti:
7 cucchiai di zucchero
7 di olio di semi
7 di latte
14 di farina
1 busta di lievito
3 mele
3 uova
1/2 bacca di Vaniglia 
un pizzico di Cannella 
un pizzico di sale 
Scorza e succo di un  limone o di una arancia


Preparazione:
Sbucciare le mele e tagliarle a fettine sottili metterle in un recipiente con la scorza e il succo di un  limone il pizzico di cannella e un cucchiaio di zucchero. 
Preriscaldare il forno a 180°C.
Preparare l’impasto mettere tutti gli altri ingredienti  eccetto le mele, in un altro recipiente, prima la farina con il lievito, poi lo zucchero, le uova,  il latte, l'olio il sale e la vaniglia, mescolare bene, quando l'impasto è liscio e omogeneo  unire le mele con tutto il loro succo, mescolare e versare in una tortiera imburrata e infarinata.
Mettere nel  forno caldo per 30 minuti circa. 
Togliere dal forno  far raffreddare e cospargere di zucchero a velo.






   


giovedì 12 gennaio 2012

La prima ricetta

Sono salita in soffitta, era arrivato il momento fatidico e tanto rimandato, dovevo liberare quello spazio nella casa della nonna, erano anni che non salivo lassù.  
C'era un enorme quantità di oggetti  accatastati nella polvere, non sapevo dove iniziare. Chiudendo gli occhi e facendo un lungo respiro,  mi sono detta:  forza al lavoro. 
Ho  spostato uno scatolone pieno di vecchi vestiti, poi un altro ... una cassa di legno nell'angolo ha attirato la mia attenzione, era di legno scuro con fasce di metallo borchiato, sembrava un forziere dei pirati, l'ho aperta... c'erano molti quaderni piccoli e neri una bambola di pezza e alcuni libri...uno  era  grande e pesante con la copertina cartonata rivestita di tessuto rosa, nel centro grandi lettere ricamate con filo bianco: 

                     UNA FAVOLA DOLCE  

...lo prendo è un libro rilegato con cura, lo apro.... le pagine sono di carta pesante leggermente ingiallite sono scritte a mano in bella calligrafia con tanti disegni e cartoline incollate...

Tessa  
Nella  campagna toscana vive Tessa  una bambina serena e sorridente come tante, la sua famiglia lavora la terra e alleva animali da cortile,  in casa non mancano mai uova , farina, miele, olio, panna, latte e burro. 
La casa ha un grande forno che viene riscaldato una volta la settimana per cuocere il pane le focacce i dolci della sua famiglia e di tante altre. 
In quel giorno Tessa è più felice del solito, perché adora il profumo che si diffonde nell'aria fin dal primo mattino, il gran fermento, il via vai dei vicini che portano misteriose teglie coperte, le chiacchiere delle donne del paese e le storie raccontate intorno al camino. Contempla la bocca ardente del forno che si apre e si chiude inghiottendo le teglie e guarda estasiata... quando  fuoriescono magicamente tanti pani dorati, soffici torte, o croccanti biscotti.  
Quando un giorno la mamma gli chiede:
Tessa mi vuoi aiutare a preparare i biscotti?...  
Non gli sembra vero…Siii!!! urla sorridente saltellando intorno alla tavola.
La mamma le raccoglie i capelli sopra le orecchie formando due code che lega con due nastri nuovi di un bel rosa acceso. 
Le annoda un piccolo grembiule bianco intorno alla vita (il suo primo grembiule), lo ha confezionato su misura per lei ritagliando un rettangolo da un vecchio lenzuolo liso e poi orlato con tanti piccolissimi punti, e dice: vai a lavarti le mani …si inizia....

                La prima ricetta di Tessa

Biscotti dei Santi 
(i biscotti preparati  da Tessa per il giorno dei santi)

Ingredienti:
300g vin santo
300g olio di oliva leggero
250g uvetta passita
250g zucchero
250g pinoli
1kg di farina 00
1 bustina di lievito
Un pizzico di sale
Mezza bacca di vaniglia

Preparazione:
unire tutti gli ingredienti in una ciotola impastare leggermente con le mani prendere l’impasto a pizzicotti irregolari grandi come una noce disporre in una placca su un foglio di carta da forno cuocere a 160° x 25 minuti lasciare raffreddare nel forno socchiuso.